Il prurito vaginale è un disturbo fastidioso, ma molto frequente. I fattori scatenanti sono diversi e nella maggior parte dei casi sono richieste cure mediche.

INFEZIONE DA LIEVITO
Si stima che almeno il 75% delle donne vada incontro a un'infezione da lievito vaginale nel'arco della vita. Anche se in genere non è grave, i sintomi possono essere fastidiosi e perdurare nel tempo se non si interviene in maniera tempestiva.

Normalmente, nella vagina esiste un equilibrio tra batteri e lieviti sani. I batteri tengono sotto controllo il lievito, prevenendo la crescita eccessiva. I problemi possono nascere quando si ha un'alterazione dell'ecosistema vaginale, con una crescita eccessiva del lievito

I sintomi più frequenti:
- pizzicore
- bruciore
- perdita di liquido biancastro o trasparente inodore
- irritazione

Le infezioni da lieviti di solito si verificano quando qualcosa altera l'equilibrio dei batteri della vagina.
Le cause comuni includono:

- cambiamenti ormonali, come durante la gravidanza, o dall'uso del controllo delle nascite ormonale
- uso di antibiotici
- Alcune condizioni di salute possono anche rendere una donna più probabilità di ottenere un'infezione da lievito. Un sistema immunitario indebolito o un diabete non controllato può aumentare il rischio.

VAGINOSI BATTERICA (BV)
Questa comune infezione batterica, nota anche come BV, colpisce spesso le donne in età fertile. La BV si verifica quando si verifica una improvvisa alterazione dell'equilibrio di batteri normali e salutari nella vagina.

Molte donne che contraggono questa infezione non presentano sintomi. Tuttavia, può causare una secrezione vaginale con un odore sgradevole, oltre a bruciore e prurito intorno alla zona vaginale.

La causa di BV non è sempre nota. Ma, in molti casi, BV è causato da uno dei seguenti:

- detersione con prodotti aggressivi
- avere un nuovo partner sessuale o più partner sessuali
- utilizzo di prodotti con aggiunta di profumo nella zona vaginale
- fumo

Come detto, molte donne possono avere la BV e non saperlo, poiché spesso non provoca sintomi. Tuttavia, può essere potenzialmente pericoloso in caso di gravidanza. Una donna incinta dovrebbe informare il proprio ginecologico qualsiasi prurito vaginale, bruciore o dimissione con il proprio medico e farsi sottoporre a test per la BV, se necessario.

Un test BV consiste nell'analizzare un campione di fluido dalla vagina. Se il test è positivo, una donna incinta sarà probabilmente sottoposta a trattamento con antibiotici.

Poichè la BV è il risultato di uno squilibrio di batteri vaginali, l'implementazione di batteri "buoni" può essere utile in alcune donne.

Uno studio ha rilevato che l'assunzione di alcuni probiotici potrebbe aiutare a prevenire o curare la BV. 

MALATTIE SESSUALMENTE TRASMESSE 
Le malattie sessualmente trasmissibili possono verificarsi a seguito del contatto sessuale con una persona infetta. 

Le persone possono ridurre il rischio di contrarla:

- astenersi dal sesso
- usare sempre il preservativo
- avere meno partner sessuali
-  fare il vaccino HPV (papillomavirus umano)

Molte malattie sessualmente trasmissibili possono causare prurito vaginale, tra gli altri sintomi. È importante curare le malattie sessualmente trasmissibili, in quanto alcuni possono causare problemi a lungo termine come la malattia infiammatoria pelvica , l'infertilità e le complicazioni della gravidanza. 

IRRITAZIONE O ALLERGIA
In alcuni casi, il lieve prurito vaginale può derivare dall'utilizzo di prodotti per la detersione troppo profumati o l'utilizzo di assorbentti o deodoranti femminili.

Sebbene il prurito vaginale possa essere imbarazzante o fastidioso, la maggior parte dei casi può essere trattata consultando un medico.