Il piede dell'atleta, chiamato anche tinea pedis, è un'infezione fungina del piede contagiosa. Provoca desquamazione, arrossamento, prurito, bruciore e talvolta vesciche e piaghe.

Il piede dell'atleta è un'infezione molto comune, anche se non è grave. Il fungo cresce soprattutto in ambienti caldi e umidi come scarpe, calze, nuoto piscine, spogliatoi, e i pavimenti delle docce pubbliche. È più comune in estate e, comunque, in climi caldi e umidi. Colpisce più spesso le persone che indossano scarpe strette e che usano bagni e piscine pubbliche.

Le cause
Il piede dell'atleta è causato da un fungo microscopico che vive sui tessuti morti dei capelli, delle unghie e degli strati esterni della pelle. Ci sono almeno quattro tipi di funghi responsabili dell'infezione. Il più comune di questi è il Trichophyton rubrum.

I sintomi
Segni e sintomi del piede dell'atleta variano da persona a persona. Tuttavia, i più comuni includono:

- Cattivo odore
- Rossore, vesciche, pelle secca e screpolata
- Intenso prurito, bruciore o entrambi

La diagnosi
Non è detto che chi presenta uno di questi sintomi abbia il piede dell'atleta. Il modo migliore per diagnosticare l'infezione è fare in modo che il medico esamini un campione di pelle al microscopio per verificare la presenza eventuale di funghi.

Il trattamento
Il piede dell'atleta, in genere, viene trattato con soluzioni antimicotiche topiche. Solo nei casi più gravi, e comunque su indicazione del dermatologo, è richiesta l'assunzione di farmaci per via orale. I piedi devono essere tenuti puliti e asciutti poiché il fungo prospera in ambienti umidi.

La prevenzione
I passaggi per prevenire il piede dell'atleta includono l'uso di sandali nelle aree pubbliche per la doccia, scarpe che consentono ai piedi di respirare e il lavaggio quotidiano dei piedi con acqua e sapone, avendo cura di asciugarli per bene.