La cheratosi pilare è una condizione della pelle molto comune che provoca eccessiva secchezza cutanea e sensazione di pelle ruvida. Di solito appare sulla superficie posteriore delle braccia, delle cosce o glutei, e sul volto. Questi ispessimenti della pelle, in genere, non sono dolorosi e possono provocare prurito.
La cheratosi pilare non è grave anche se esteticamente molto fastidiosa e nell’adolescente rappresenta il primum movens dell’acne.

Sintomi
La cheratosi pilare può verificarsi a qualsiasi età, ma è più comune nei bambini piccoli. Segni e sintomi includono:

  • Piccole escrescenze indolore, in genere sulla parte superiore delle braccia, sulle cosce, sulle guance o sui glutei
  • Pelle secca e ruvida
  • Peggioramento quando i cambiamenti stagionali causano una bassa umidità e la pelle tende ad essere più secca
  • Ispessimenti simili a carta vetrata che ricordano la pelle d'oca


Le cause
La cheratosi pilare deriva dall'accumulo di tappi di cheratina, una proteina presente nello strato corneo. La cheratina forma un vero e proprio tappo che blocca l'apertura del follicolo pilifero.

Non si conoscono le cause del perché esattamente la cheratina si accumuli. Può verificarsi in associazione a malattie genetiche o ad altre condizioni della pelle, come la dermatite atopica o in seguito a metodiche depilatorie non corrette.
La pelle secca tende a peggiorare questa condizione, ed in particolare nella stagione invernale.

Trattamento
A poco a poco, la cheratosi pilare tende a risolversi spontaneamente. Nel frattempo, è possibile utilizzare prodotti esfolianti per rimuovere le cellule morte, come quelli a base di acido salicilico, che idratano e ammorbidiscono la pelle secca.In molti casi, giovani donne ricorrono all’uso di una epilazione laser per risolvere quest’inestetismo.