La cellulite, definita anche “lipodistrofia” o “panniculopatia edemato-fibro-sclerotica”, è una patologia multifattoriale caratterizzata da una sofferenza del microcircolo e del tessuto sottocutaneo; tipica del sesso femminile, è caratterizzata da quella che viene definita cute a “buccia d’arancia” o a “materasso”.

Le cause

L’insorgere della patologia dipende da fattori primari (genetici, disturbi del microcircolo, ormonali) e fattori secondari (dieta, stile di vita, postura, abiti, fumo, stress, etc). La progressione avviene per stadi successivi di aggravamento dal I° di semplice edema, precoce e reversibile, fino al IV° stadio nel quale si verifica un forte rallentamento del flusso sanguigno e linfatico, noduli e sclerosi dei tessuti (micro e macro noduli: cute a materasso). Ciò detto, si deduce che la cellulite non è un semplice inestetismo, ma una vera e propria malattia nella quale la battaglia del trattamento va combattuta su più fronti e con impegno complessivo dell’organismo.

Eziologia

La cellulite deriva da un’alterazione del derma e dell’ipoderma; in condizioni ottimali, le cellule adipose (adipociti) normalmente presenti nel tessuto sottocutaneo funzionano da riserva per l’organismo, che brucia grassi ogni qualvolta abbia necessità di combustibile. In caso di stasi del circolo questa “riserva” diventa difficile da utilizzare, si accumula fino a comprimere i capillari sanguigni, già fragili, che iniziano a trasudare plasma dalle loro pareti divenute porose. Il plasma s’infiltra tra le cellule, con il tempo provoca un’infiammazione del tessuto adiposo con formazione di fibrosi dei tessuti sottocutanei creando un circolo vizioso che si autoalimenta aggravando la patologia.

Cosa fare

Il miglior approccio terapeutico risulta dunque quello globale che prevede un miglioramento dell’attività fisica, l’eliminazione del soprappeso, una corretta postura, utilizzo di abiti non troppo stretti e di scarpe con tacchi non troppo alti; eliminare il fumo, bere due litri di acqua naturale e il costante utilizzo di dermocosmetici specifici con attività trofiche sul microcircolo, di drenaggio e attualmente anche lipolitica.