L’igiene intima va effettuata con prodotti con blanda attività detergente ed in grado di rispettare la fisiologia del distretto vulvo-vaginale. Ovvero, rispettando il pH isovaginale (4,5). Infatti il pH è un parametro ambientale critico per la regolazione dell'ecosistema vaginale.

Un suo aumento provoca uno squilibrio del microbiota vaginale, creando così un ambiente favorevole alla crescita di potenziali batteri e funghi patogeni. 

Non sono raccomandabili i detergenti molto schiumosi, così come i detergenti molto profumati o prodotti deodoranti, in quanto potenzialmente responsabili di sensibilizzazione o di reazioni allergiche.

Non va trascurato l’uso abituale di biancheria intima sintetica, collant, pantaloni attillati e salvaslip poiché potrebbero creare un ambiente favorevole alla crescita di microrganismi patogeni, aumentando la temperatura e l’umidità locale.

Prodotti Consigliati